E-commerce Locale

Cibo Nostrvm è il primo  e-commerce per prodotti umbri di qualità

La cucina al Castello di Poreta è così buona perchè è realizzata con prodotti locali, generalmente bio, attentamente selezionati,  compresa la frutta, la verdura e l’olio che coltiviamo direttamente nei nostri campi con metodi biologici certificati.

Da oggi vi offriamo la possibilità di acquistare tutti i prodotti che abbiamo accuratamente selezionato, direttamente tramite il nostro E-commerce  www.cibonostrvm.com

Per chi abita in zona Foligno e dintorni c’è la possibilità della consegna a domicilio, mentre per chi vuole ordinare da fuori le spedizioni saranno effettuate tramite corriere, per tutti i prodotti tranne quelli freschi, e sfusi e non confezionati
Consegne a domicilio zona Foligno e dintorni, per chi è lontano si effettuano spedizioni con il corriere di tutti i prodotti confezionati.

Facebook Orto Biologico Ariel

Il tuo matrimonio al Castello di Poreta

Il tuo matrimonio immaginalo al

CASTELLO DI PORETA

 

Il team del Castello di Poreta si pregia di proporvi questa antica struttura quale originale, suggestiva e raffinata location per  i matrimoni più belli.

Posto sulla cima di un pendìo a 470 metri di altitudine, il medievale Castello di Poreta, da cui è possibile ammirare in tutta la sua suggestiva bellezza l’intera piana compresa tra Spoleto e Trevi, si presenta oggi come un recinto di forma poligonale quasi interamente conservato. Fornito di due entrate, il Castello conserva, all’interno delle alte mura, un uliveto secolare disposto a terrazze, dove ancora si scorgono le rovine di antiche abitazioni.

All’interno delle mura è presente una Chiesa costruita posteriormente al Castello nella seconda metà del ‘400, intitolata a Santa Maria della Misericordia. La Chiesa, riscaldata nel periodo invernale, è tutt’ora consacrata ed offre la non consueta occasione di celebrare la cerimonia religiosa nel Castello.

Castello di Poreta - la chiesa

Nella struttura sono presenti 8 camere doppie e nelle immediate vicinanze è possibile individuare altre location per il pernottamento di eventuali ulteriori ospiti.

Il Ristorante del Castello, recentemente ristrutturato e con ambientazioni interne suggestive, ha una capienza massima di 70 coperti distribuiti nelle tre sale interne.

Castello di Poreta - interni

La filosofia della cucina del Castello di Poreta pone il proprio punto di forza nella scelta di materie prime di qualità, senza perdere di vista l’originalità dei piatti proposti. I menu sono realizzati con prodotti biologici locali ed è grande l’attenzione posta sulla scelta dei vini, biologici e non, che privilegia produttori regionali di pregio. Il Ristorante è inoltre disponibile alla realizzazione di un menu vegetariano/vegano.

La terrazza esterna, meravigliosamente panoramica, offre la disponibilità in estate di 60/120 coperti, oltre la possibilità, nelle migliori giornate, di un piacevolissimo aperitivo all’aperto.

 

La musica dal vivo è un’opzione che gli sposi possono scegliere per rendere la giornata ancora più indimenticabile.

E’ disponibile per gli ospiti un’area di parcheggio riservata ed è possibile organizzare anche un servizio navetta per chi fosse sprovvisto di auto al seguito.

Il Castello può essere punto di partenza per godibili passeggiate, anche avvalendosi di una guida turistica ed ambientale, grazie alla presenza nei dintorni di numerosi sentieri, oltre che del più noto Cammino di San Francesco.

Si valuta anche la possibilità di affittare la sola struttura.

♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

 

#sposarsiaporeta #castellodiporeta

Weekend al Castello di Poreta

Weekend Romantico al Castello di Poreta

Approfitta della bassa stagione per trascorrere un weekend da sogno al Castello di Poreta

dall’14 ottobre 2018 al 30 maggio  2019

sono escluse le festività di natale, capodanno san valentino e pasqua

1 notte in camera doppia Classica

€ 100,00 per due persone in  mezza pensione

Colazione all’italiana con dolci fatti in casa, tè, caffè, cappuccino, succhi di frutta, yogurt, cereali, frutta fresca

Cena con 2 portate bevande e vino bio compresi

Tutti i piatti che troverete nel ristorante sono preparati partendo da materie prime da agricoltura e allevamenti biologici. Per gli altri prodotti è stata fatta un’attenta ricerca per potervi offrire le migliori realtà Dop e Igp del territorio.

€ 120,00 per due persone in camera superior Andromeda o Perseo

offerta valida per prenotazione diretta 

 

Perseo - Camera Superior

poreta ristorante

Facebook Castello di Poreta

Google + Castello di Poreta

Instagram + Castello di Poreta

#musicalcastello #castellodiporeta #aperitivoalcastello
#aperitivoaltramonto #nottealcastellodiporeta

 

Info e prenotazioni telefonando al numero: +39 328 8639570

o scrivendo a: info@castellodiporeta.com
Iscriviti alla nostra NewsLetter

Visite Guidate di Spoleto – dal 01 Aprile ad al 01 Ottobre 2018

A cominciare dal primo weekend di Pasqua e per ogni weekend successivo (ma anche durante i giorni festivi), l’ufficio IAT ha messo a disposizione delle guide turistiche autorizzate per visite approfondite ai maggiori monumenti di Spoleto, al fine di scoprire i tesori e le bellezze storico-architettoniche della città.

L’ITINERARIO prevede la partenza da piazza della Libertà e la visita al Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca, fino alla Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri.

SABATO le visite guidate sono disponibili alle 15,30, mentre la DOMENICA E FESTIVI alle 10,30.

Inoltre sono previste visite la mattina di Pasqua, Pasquetta, del 25 Aprile, 01 Maggio, 02 Giugno e 15 Agosto (in quest’ultimo caso anche il pomeriggio).

RITROVO: Per le visite non è necessaria la prenotazione, basterà ritrovarsi in piazza della Libertà dieci minuti prima della visita con un minimo di 4 partecipanti paganti.

COSTO: Il costo è di 7,50 euro a persona e gratuito per i ragazzi fino ai 14 anni.

I clienti del Castello di Poreta potranno prenotare la visita direttamente nella nostra struttura

 



Menu vegetariano

MENU VEGETARIANO

     Al Castello di Poreta, oltre ai gustosi piatti della nostra carta, per tutti gli amanti della cucina vegetariana siamo orgogliosi di proporre sempre un ottimo menu vegetariano realizzato con le verdure prodotte dal nostro Orto Bio Logico Ariel, una produzione certificata ICEA.

LA NAZIONE1

    Il menu varia di settimana in settimana in base alle disponibilità stagionali del nostro orto ed è composto da un antipasto, un primo, un secondo e un dolce

    Il costo della cena vegetariana è davvero straordinario, 25 euro escluse le bevande. Questo perchè vogliamo avvicinare sempre più persone a riscoprire i sapori e il gusto di una cucina basata su un’attenta scelta di prodotti locali non trattati. Lo stretto legame tra la cucina e la produzione consente non soltanto di avere a disposizione prodotti freschi e stagionali ma anche di coltivare e quindi utilizzare specie di frutta e verdura particolari, non facilmente reperibili tra le poche varietà presenti sui banchi dei supermercati.  L’uso di tante varietà e spesso anche di erbe spontanee commestibili, impone una costante creatività nella elaborazione dei piatti e nel trovare nuove e originali combinazioni di sapori, una capacità che il nostro chef garantisce e sarà felice di condividere con voi.

Crediamo che mangiare buono e sano sia un diritto e non un privilegio.

Nell’immagine qui sotto un esempio di menu, che viene aggiornato costantemente e pubblicato di volta in volta sui nostri social Facebook e Google +

 

 
Facebook Orto bio logico Ariel

no images were found


no images were found

 

Offerta per il Cammino di San Francesco

CAMMINO DI SAN FRANCESCO TAPPA PORETA

 

cammino di san francesco

Offerta per il viaggiatore

Un offerta per il viaggiatore del Cammino di San Francesco comprensiva di Cena al ristorante del castello di poreta, pernottamento in camera, colazione all’italiana con dolci fatti in casa, tè, caffè, cappuccino, succhi di frutta, yogurt, cereali, frutta fresca.

Inoltre pranzo al sacco, compreso il trasporto delle valige per la tappa successiva

  • Cena + notte in camera classica uso singola  90 euro a persona
  • Cena + notte in camera classica uso doppia  65 euro a persona
  • Cena + notte in camera classica con 3 persone 60euro a persona
  • Cena + notte in camera superior uso singola  100 euro a persona
  • Cena + notte in camera superior uso doppia  72 euro a persona
  • Cena + notte in camera superior con 3 persone 65 euro a persona

prova il nostro menu vegetariano

cammino di san francesco

 

no images were found


no images were found

 

Cammino di San Francesco

In senso stretto, non esiste alcun Cammino di Francesco o Via di Francesco: non come, almeno, si parla del Cammino di Santiago e della Via Francigena. Questi sono percorsi di pellegrinaggio consacrati da un tradizione millenaria, attestati da una copiosa produzione odeporica e dalla presenza sul terreno di vestigia storiche e artistiche collegabili con il flusso dei viaggiatori diretti alle grandi mete della cristianità. Niente di tutto questo possiamo ritrovare lungo gli itinerari che conducono ad Assisi, a parte alcune eccezioni relative a singoli tratti che coincidono con la viabilità più antica.

Cos’è, allora, la Via di Francesco? È un cammino, un itinerario che collega tra loro alcuni “luoghi” che testimoniano la vita e la predicazione del Santo di Assisi; un “nuovo” percorso di pellegrinaggio, che intende riproporre l’esperienza francescana nelle terre che il Poverello ha calcato nelle sue itineranze. Proprio nell’aderenza alla storia di Francesco la Via trova la sua plausibilità e il suo fascino: i paesaggi sui quali l’occhio del pellegrino si posa sono i medesimi che hanno rallegrato il cuore semplice di Francesco; le località di tappa conservano la memoria delle sue parole e delle sue gesta; la gente che si incontra lungo il cammino di Assisi è imparentata con lui.

L’Umbria è rimasta, nonostante tutto, la terra di Francesco, nutrita di una spiritualità che parla di amore per le piccole cose, di rispetto e gratitudine per il creato, di accoglienza generosa dell’altro, chiunque egli sia. Camminare lungo la Via di Francesco, allora, costituisce un autentico cammino dello spirito, che viene incontro al desiderio dell’uomo, anche dell’uomo d’oggi, di ricercare nelle profondità di se stesso il senso della propria esistenza. La figura di Francesco, che giganteggia in Assisi, meta del cammino, accompagna in realtà per tutto il percorso, parlando alla mente e al cuore del viandante della possibilità di condurre la vita quotidiana in piena armonia con il mondo, con l’uomo e con Dio. È un’arte di vivere preziosa, che è il più autentico frutto del cammino verso Assisi: un regalo che l’Umbria di Francesco è capace di fare al pellegrino, come a ogni persona che le si accosti con l’animo aperto.

Ristorante

   La nostra proposta culinaria vuole essere la naturale continuazione dell’opera che stiamo portando avanti con l’Orto Biologico Ariel di Foligno ovvero produrre frutta e verdura  seguendo i dettami dell’agricoltura biologica.

 

 

Nel pieno rispetto della natura i prodotti dell’orto vengono coltivati con tecniche naturali. Applicando insieme metodi antichi e conoscenze moderne in quest’area verde, frutta e verdura crescono secondo i loro tempi e seguendo il ciclo delle stagioni in una terra che viene arricchita e concimata facendoci crescere nei periodi di riposo fiori e leguminose e con l’utilizzo di letame bio e a km 0 .

Abbiamo sentito così l’esigenza di pensare ad un ristorante in cui potevamo aggiungere ai nostri prodotti quelli di altri produttori del territorio che come noi credono nel rispetto dell’ambiente e nella qualità del cibo.

IMG_4167

Mangiare sano si è ormai trasformato in un affare da grande distribuzione e il significato di certe scelte finisce per l’essere offuscato dalle ragioni di mercato.

Frutta e verdura senza pesticidi, antibiotici e ormoni ormai si possono reperire senza troppe difficoltà nelle grandi e nelle piccole catene di supermercati ma acquistare e quindi nutrirsi in modo consapevole però non è solo una scelta di salute ma anche e soprattutto quella di essere sul territorio e per il territorio.

Una scelta che ha innegabili vantaggi in fatto di gusto, salute ed economia locale ma onerosa in termini pratici.
La spesa consapevole è fatta per noi di passeggiate tra i banchi del mercato, di tempo speso alla scoperta e alla ricerca di prodotti, produttori e qualità e di un territorio che si rivela spesso un po’ più vasto del sospirato chilometro zero e quindi si concilia poco e male con la frenesia e gli impegni quotidiani.

Tutto il processo produttivo e commerciale si svolge in pieno spirito di collaborazione tra la terra, il produttore e il consumatore che viene coinvolto grazie alla grande

disponibilità e ricerca di comunicazione da parte del Castello di Poreta così ne diventa parte attiva e rilevante.

 

Ecco dunque che tutti i piatti che troverete nel ristorante sono preparati partendo da materie prime da agricolture e allevamenti biologici.
Per gli altri prodotti è stata fatta un’attenta ricerca per potervi offrire le migliori realtà Dop e Igp del territorio.

_DSC5812

Il menu del ristorante viene aggiornato settimanalmente seguendo la stagionalità e la disponibilità di prodotti freschi. La continua ricerca e studio sulle materie prime vi permetterà di provare le migliori tecniche di cottura rivolte sempre alla conservazione delle proprietà organolettiche dei prodotti.

 

 

1-_DSC6195-001

La presentazione dei piatti è curata nel dettaglio e ciascuna proposta sintetizza in maniera perfetta il felice connubio tra tradizione ed innovazione.

 

 

 

 

Gli ogm, la maleducazione, la verdura fuori stagione, l’arroganza, la solforosa, la fretta sono tutte cose da noi poco accette, per tutto il resto c’è il
Castello di Poreta

 

 

Musica al Castello – Aspettando San Valentino

 

Abbiamo in programma per voi

due giorni fantastici

Sabato 13 Live con i Raios de Sol

Aspettando San Valentino

raios de sol castello di poreta

live con RAIOS DE SOL
“I Raios de Sol presentano un viaggio nella musica brasiliana attraverso la bossa nova di Tom Jobim e di João Gilberto, passando per i classici del samba e la poesia di Vinicius de Moraes; alla riscoperta di una musica in grado di scaldare i cuori e di regalare allegria
“la cosa migliore che esiste, come una luce nel cuore”
12017542_665490266884997_8481497788081508384_o
Ascolta la musica dei RAIOS DE SOL
♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

Domenica 14 Febbraio

A San Valentino amatevi

senza nessuna moderazione

Vi aspettiamo nel luogo ideale

per innamorarvi

san valentino a poreta

Aperto alle prenotazioni anche il

tavolo social da 12 persone per chi vuole passare

una serata diversa e conoscere persone nuove

tavolo social poreta

#sanvalentinoaporeta #tavolo social
INVITA ALL’EVENTO I TUOI AMICI

Concerto di San Martino

CONCERTO DI SAN MARTINO
CHIESA DEL CASTELLO DI PORETA

San Martino castello di poreta

Venerdi 13 Novembre 2015 lo staff del Castello di Poreta vi invita al

 

concerto in chiesa  con  il
DUO DELL’ENSEMBLE ANONIMA FROTTOLISTI

  “…E’ non è mai nè sera nè mattina…”
Continua a leggere

Passeggiata Pigge Castello di Poreta

CASTELLO DI PORETA

SABATO 14 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00 – 16.00

 pigge castello di poreta

LA VIA FRANCIGENA DI SAN FRANCESCO
PASSEGGIATA DA PIGGE AL CASTELLO DI PORETA VARIANTE ALTA SUL CAMMINO DI FRANCESCO CON GUIDA ESCURSIONISTA – NATURALISTA

PRANZO AL CASTELLO DI PORETA

Numero minimo 10 persone – ritrovo ore 9.00 davanti alla chiesa di Poreta

Frazione Poreta, 84 06049 Poreta PG coordinate 42.809938, 12.785364
Immagine
Info e prenotazioni telefonando al numero: +39 328 8639570
via francigena castello di poreta

La “Via Francigena” è parte di un fascio di vie, dette anche “Vie Romee”, che, a partire dall’ alto Medioevo, dall’Europa centrale ed in particolare dalla Francia giungevano a Roma. Erano vie di pellegrini, che spesso proseguivano verso il Meridione, specialmente in Puglia, da cui si imbarcavano per giungere in Terrasanta. Esistevano molte vie che intersecavano la penisola costruendo una fitta ragnatela di cammini e sentieri, che i pellegrini percorrevano variando il cammino per andare a venerare l’una o l’altra reliquia dei Santi, posizionate in paesi spesso sperduti delle Alpi o dell’Appennino. La Via Francigena “classica” è quella percorsa dall’Arcivescovo di Canterbury Sigerico che, da Roma dove aveva ricevuto il pallio, per tornare nella sua città attraversò buona parte della penisola, passando per la Toscana e la Val di Susa in Piemonte fino alla Francia e, di qui, in Inghilterra.
Quella che andiamo a proporre è una delle varianti, la “Via di Francesco”, o “Cammino di Francesco”, itinerario che, dopo la morte del Poverello di Assisi, entrò a pieno titolo nella rete delle Francigene medievali. Il Cammino ripercorre la vita del Santo e i suoi luoghi cari, da La Verna ad Assisi, fino a Greccio, Rieti e Roma (unendosi, nel tratto finale, alla “Via di Roma” che parte proprio da Rieti). E’ una passeggiata facile, adatta a tutti, che non necessita di particolare allenamento e si snoda tra paesi arroccati sulle colline umbre, tra olivi e pini d’Aleppo, in un paesaggio mistico e ricchissimo di storia, cultura e tradizioni, tra stradine e sentieri sempre comodi e segnalati, spesso coincidenti col “Sentiero degli Ulivi Assisi – Spoleto”, fino al suggestivo Castello di Poreta, vero gioiello del XII secolo.
Il percorso (di circa 9.5 km e circa 280 metri di dislivello totali) parte da Pigge, piccolo borgo adagiato sul fianco della collina. Scendendo tra gli olivi per comoda carrareccia, con pochissima salita si arriva al castello di Pissignano, chiamato “Lizori” o Borgo San Benedetto. Il castello, la cui torre ha pentagonale ha origine romana, è uno dei pochissimi esempi in Italia di castello di pendio a pianta triangolare. Negli ultimi decenni è stato riportato a nuova vita grazie ad un sapiente lavoro di restauro ed ora è conosciuto come il “borgo degli artisti” poiché vi vivono scultori, ceramisti, ecc. ed ovunque si vedono le tracce di questa rinascita. Da Pissignano si risale in breve fino a prendere la strada asfaltata che, comodamente, arriva alla chiesa di Santa Maria, nei pressi della sede comunale di Campello. Un’ultima salita, non troppo ripida e comunque a tornanti, ci porta quindi al castello di Campello Alto. Le sue mura bianche sono inconfondibili. Le origini del castello si fanno risalire al 950 d.C., ad opera del conte Rovero di Champeaux (da cui il nome); adiacente al castello sorge il Convento dei Padri Barnabiti, luogo di forte spiritualità che offre ospitalità a singoli e gruppi che desiderino momenti di riflessione, meditazione e comunione. Da Campello, il percorso è quasi al termine; risalendo un poco verso la frazione di Lenano, si scende poi per sterrata in mezzo all’argento degli ulivi, per raggiunge quindi in breve Poreta, mèta finale della nostra escursione.
Durante il percorso è possibile osservare, oltre alle emergenze storico – artistiche dei castelli e delle chiese, anche le particolarità ambientali, sia faunistiche che vegetazionali, di cui la regione è ricca. Non è raro, durante il cammino, imbattersi in upupe, ghiandaie e merli, come altresì non è infrequente scorgere in volo il gheppio in cerca di preda o la poiana volteggiare in cerchio come una piccola aquila. Cardellini, fringuelli e passeri sono molto comuni, così come vari tipi di rettili, tra cui la timida lucertola campestre, il ramarro o varie specie di serpenti, che, all’opposto di quanto si ritiene normalmente, se ne stanno buoni buoni in disparte osservandoci da lontano. Pure i mammiferi sono molto diffusi: la volpe a volte sbuca dalla macchia anche in pieno giorno, mentre dell’istrice, del riccio e del tasso si potranno notare solo le tracce o gli scavi fatti per cercare qualche bulbo da rosicchiare o qualche preda da cacciare. Lo scoiattolo a volte lo si vede saltare tra i rami dei pini.
Anche la flora non manca di stupirci, in questa passeggiata: l’argento degli olivi è una costante, ma insieme ad essi troviamo il pino d’Aleppo, unica conifera d’alto fusto che forma foreste spontanee in appennino dopo la scomparsa dell’abete bianco, il leccio e vari altri tipi di querce, il corbezzolo, l’orniello, il terebinto e l’alloro (lungo le strade di alcuni paesi), oltre che l’acero e il sorbo. Lungo i muri o sulle recinzioni spesso si trova la vitalba, mentre ai bordi dei campi, sulle ripe, o in mezzo ad essi, troviamo spesso piante di asparagi, la veronica, la sambuchella, la ginestra, il tarassaco, il timo serpullo, l’elleboro, i muscari, le primule, le violette, l’erica, la borragine, il cisto, l’elicriso, l’ailanto, la malva e molti altri, ovviamente a seconda della stagione.
Un’ ultima cosa: lungo il percorso si trovano alcune di fonti, ma in ogni caso è sempre bene portare con sé una scorta di acqua, così come è buona norma affrontare la passeggiata, se è caldo, con un cappello e avere scarpe adeguate e uno snack da consumare a metà cammino, oltre che munirsi di macchina fotografica.

Evento Facebook
Facebook Castello di Poreta
Google + Castello di Poreta

Iscriviti alla nostra NewsLetter

MUSICA AL CASTELLO con ImProbabile duo

MUSICA AL CASTELLO DI PORETA

cover improbabile duo

Venerdi 30 ottobre 2015 lo staff del Castello di Poreta vi invita al 
live con IMPROBABILE DUO
IMG_4849r

Lisa Primavera  voce

Manel Magrini al piano

un viaggio delicatamente jazz…..la magia armoniosa fra piano & voce
♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

Orari

ore 20.30 aperitivo e cena

ore 21.00 inizio del concerto


Evento del 02 Ottobre con LITTLE SWING DUO

little swing duo al castello

#musicalcastello
INVITA I TUOI AMICI SU FACEBOOK
HALLOWEEN AL CASTELLO DI PORETA

halloween CASTELLO DI PORETA

halloween MENU castello di poreta

32 UN SABATO INTERMINABILE

35 euro vini e bevande incluse
…non aver paura…prenota prima che sia troppo tardi
Cena offerta alla maschera femminile più bella